Diventare attore professionista

Quadriennio suddiviso in due bienni

I biennio: didattica e formazione

Attore I

Quelli-di-Grock-vIl primo anno di Scuola è un primo approccio allo studio della comunicazione teatrale: attraverso una serie di giochi teatrali, di momenti di improvvisazione, collettivi o individuali, si apre all’allievo la possibilità di sperimentare la propria creatività in relazione a se stesso e al gruppo partendo da un lavoro sul corpo, sul contatto, sull’ascolto. Non si lavora perciò cercando di avvicinarsi a una “forma” predefinita ma, anche attraverso la disciplina e le regole teatrali, ricercando le qualità espressive di ognuno di noi. Il primo anno, inoltre, si prefigge lo scopo di rendere l’allievo in grado di rapportarsi per la prima volta con un pubblico e di avvicinarsi al testo teatrale.

 

Materie e argomenti

Voce: respirazione – uso corretto del diaframma – dizione e articolazione – vocalità

Corpo: lavoro sulla fisicità – dinamica – ritmo – energia – percezione di sé per una migliore relazione con il gruppo e con lo spazio – lavoro sensoriale – tensione/rilassamento – fiducia

Spazio: percezione dello spazio – relazione tra corpo e spazio – lo spazio scenico e teatrale – relazione del gruppo nello spazio

Testo: primo approccio con il testo teatrale – lavoro sul testo/pretesto – il racconto improvvisazione

Dizione lingua italiana: verrà consegnata una dispensa pratica con esercitazioni e regole della corretta dizione italiana

Evento di metà anno: incontro/scambio fra gli allievi dei corsi primo anno.

Lavoro di fine anno: verifica sul palcoscenico del lavoro svolto durante l’anno.

Attore II

Il secondo anno è un approfondimento delle tecniche apprese durante il primo anno e un più attento studio sul linguaggio teatrale. Più specificamente, si lavora sull’analisi del testo e sulla costruzione del personaggio quali elementi necessari per iniziare la formazione attorale. Inoltre, proprio per permettere all’allievo di aprirsi a diverse forme di comunicazione teatrale, durante l’anno scolastico sono previsti incontri di approfondimento sul Teatrodanza a compendio del lavoro sul corpo, sullo spazio, sul ritmo e sul gesto che già viene proposto dal docente responsabile del corso. Anche il secondo anno presenta, alla fine dell’anno scolastico, una prova finale su palcoscenico che rappresenta un importante momento di verifica con il pubblico.

 

Materie e argomenti

Approfondimento delle materie del primo anno.

Lavoro sul personaggio: primo approccio con il monologo – lo studio delle scene – l’analisi del testo – lezioni interdisciplinari di danza contemporanea

Evento di metà anno: incontro/scambio fra gli allievi dei corsi di secondo anno

Lavoro di fine anno: a conclusione del percorso didattico annuale viene creato e messo in scena un lavoro sul testo teatrale con un giorno di allestimento e due giornate di repliche

II biennio: avviamento professionale

Attore III

Il terzo anno di Scuola differisce dai primi due perché, pur continuando il lavoro già avviato sulle tecniche e discipline teatrali, prevede una divisione in tre parti dell’anno scolastico.
Infatti si è studiato un progetto che si fonda su due laboratori monografici e un momento di approfondimento sulla comunicazione gestuale, sull’espressione corporea e sullo spazio teatrale. Ogni sessione del percorso didattico viene seguita da un diverso insegnante in modo da far conoscere all’allievo vari metodi di lavoro e aprendolo all’esperienza, meno protetto ma più consapevole. Il risultato di entrambi i laboratori monografici è presentato al pubblico. Viceversa, il laboratorio gestuale, che si inserisce tra gli altri due, si identifica solo come fase di ricerca e studio.

 

Materie e argomenti

Approfondimento di tutte le materie studiate durante il primo biennio

Laboratori monografici: lavoro sull’autore – analisi e studio del testo – studio delle scene – primo approccio allo studio della messa in scena – lavoro sul personaggio – improvvisazione

Laboratorio gestuale: il teatro e la danza – il corpo e lo spazio – il corpo e il ritmo – l’ascolto – il gesto – il contatto

Attore IV

Il quarto anno conclude il percorso formativo della Scuola ed è, dal punto di vista del programma e degli intendimenti, un anno in cui si lavora in funzione di un progetto teatrale vero e proprio che debutta in apertura della stagione successiva.
Non si parla più, quindi, di prova finale su palcoscenico ma di allestimento vero e proprio, che rende gli allievi selezionati consapevoli del lavoro creativo e artistico alla base di ogni produzione teatrale.
Durante l’anno scolastico vengono ulteriormente approfondite tecniche e materie già avvicinate nel corso dei tre anni precedenti e, in seguito, si lavora per la creazione dello spettacolo. Anche nel quarto anno, come per il terzo, c’è uno spazio dedicato al lavoro gestuale dell’attore che sottolinea l’importanza del corpo come mezzo di espressione e di ricerca attorale.


Materie e argomenti

Approfondimento di tutte le materie studiate negli anni precedenti – training – lavoro sul personaggio – il monologo – lo studio delle scene – analisi del testo – la scrittura scenica – primo approccio con la drammaturgia – la messa in scena

Per informazioni e iscrizioni a Grock Scuola di Teatro,
contattare la Segreteria Scuola allo 02 66 988 993
tutto l’anno dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 21:00
sabato dalle 10:00 alle 15:00
o inviare una mail a scuolagrock@mtmteatro.it